Banda larga: regione, comune e Insiel firmano l’accordo sull’autostrada digitale

Tag:, ,

Categories: Assessore all'innovazione

banda larga giacominiIl capoluogo friulano avrà la propria MAN – Metropolitan Area Network, un’autostrada digitale a servizio della maggior parte delle sedi della Pubblica Amministrazione e delle scuole anche periferiche. Lo stabilisce l’accordo firmato stamattina dall’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità, Mariagrazia Santoro, dal sindaco di Udine Furio Honsell e dal Presidente di Insiel spa Lorenzo Pozza. Presente anche l’assessore all’Innovazione  e allo sviluppo economico del Comune di Udine, Gabriele Giacomini.

L’accordo consente di interconnettere la rete regionale ERMES e la rete del Comune di Udine Campus, realizzando così un’infrastruttura digitale di banda larga e ultralarga a servizio della maggior parte delle sedi comunali (circoscrizioni) e delle scuole cittadine. In particolare, sarà data connessione veloce alle scuole dell’infanzia, alle scuole primarie e secondarie di primo grado del centro e della periferia del capoluogo friulano.

Con questo accordo si sancisce la possibilità tecnica di realizzare la MAN di Udine utilizzando spazi, cavedi e cavidotti già esistenti nel sottosuolo cittadino e nella disponibilità del Comune di Udine, secondo principi di reciprocità e di mutualità. Il Protocollo prevede anche l’attivazione di un gruppo tecnico fra i tre soggetti coinvolti per trovare le migliori soluzioni per la realizzazione della rete.

“È un accordo che proietta Udine tra le città più digitalizzate d’Italia – commenta Santoro – e che nel concreto permetterà di beneficiare di economie di spesa complessive ma anche di limitare in maniera considerevole i disagi ai cittadini nel corso dello svolgimento dei lavori, con una razionalizzazione operativa da parte del Comune di Udine, della Regione Friuli Venezia Giulia, di Insiel e di tutte le Pubbliche Amministrazioni operanti sul territorio considerato”. Per il presidente di Insiel spa, Lorenzo Pozza, si tratta di un “virtuoso esempio di messa a sistema delle infrastrutture esistenti per erogare servizi realizzando, al contempo, importanti economie di scala”. La rete metropolitana di Udine prevede il collegamento in fibra ottica di 78 sedi, fra quelle della pubblica amministrazione, delle scuole e quelle universitarie.

Il sindaco di Udine Furio Honsell commenta: “Si tratta di un accordo molto importante perché permetterà di collegare alla rete internet dai 5 ai 10 plessi scolastici della nostra città, attraverso un collegamento di banda larga che consente di poter sfruttare a fini didattici tutte le nuove opportunità offerte dalle tecnologie informatiche. E’ anche un accordo che rappresenta un ottimo esempio della facilità di dialogo e di progettazione che ora è possibile tra il Comune di Udine e la Regione”. Soddisfatto anche l’assessore Gabriele Giacomini: “Con questo accordo il Comune e la Regione collaborano e condividono l’infrastruttura telematica già esistente e futura, ottenendo così un’economia che permetterà di collegare con la banda ultra larga anche le scuole cittadine. Sarà così possibile implementare ancora di più i sevizi alle scuole, colmando progressivamente il gap tra i nuovi stili di apprendimento dei giovani e le strategie di insegnamento”.

“Anche Trieste, Gorizia e Pordenone sono interessate da progetti di realizzazione della MAN – ricorda Santoro – mentre un gruppo di studio recentemente costituito fra  Regione FVG, Insiel spa, Università di Trieste, Università di Udine e Sissa sta predisponendo un documento per l’interconnessione della rete delle università e delle scuole superiori italiane Garr (Gruppo per l’Armonizzazione delle Reti della Ricerca) alla rete pubblica regionale Ermes”.

Ufficio stampa Regione Fvg

Author: Gabriele Giacomini

Lascia un Commento