presentazione uniud psicodemocrazia omar monestier luca taddio angelo vianello gabriele giacomini furio honsell massimo cacciari angelo panebianco

Cacciari e Panebianco all’Università di Udine per la presentazione di Psicodemocrazia

Il filosofo Massimo Cacciari e il politologo Angelo Panebianco saranno gli ospiti d’eccezione alla presentazione del libro di Gabriele Giacomini intitolato “Psicodemocrazia. Quanto l’irrazionalità condiziona il discorso pubblico” (Mimesis, 2016) che si terrà all’Università di Udine venerdì 7 ottobre, alle 17.30, nell’aula 9 di palazzo di Toppo Wassermann (via Gemona 92, Udine). Oltre a Cacciari,…

gabriele giacomini furio honsell prima che sia domani

Prima che sia domani: l’introduzione

Per chi fosse interessato ad un’anteprima di “Prima che sia domani: padri, figli, un’alleanza per ripartire” (Mimesis 2014) si riporta di seguito l’introduzione al libro. In un Paese bloccato due generazioni aspettano l’un contro l’altra armate. È una guerra fredda in cui invece di armi e soldati si scontrano pensioni dorate contro gestioni separate, contratti…

trieste prima che sia domani honsell giacomini

“Prima che sia domani” a Trieste: padri e figli insieme

Nei periodi di crisi i conflitti, tutti, s’inaspriscono. In Italia è il conflitto tra generazioni a tenere banco, e non a caso: tra padri e figli si è creato in questi ultimi anni un divario, una disparità, che appare incolmabile. Come se il peso di questa crisi non fosse stato distribuito, ma lasciato come scomoda…

giacomini honsell prima che sia domani udine

Giovani senza diritti adulti con privilegi: così non c’è futuro

Un patto generazionale tra chi ha goduto (e continua a godere) di diritti che adesso stanno diventando privilegi e coloro che, invece, si trovano ad affrontare il mondo contemporaneo senza alcuna sicurezza è fondamentale per cambiare volto a quel Paese chiamato Italia che pian piano si è trasformato in «una Repubblica fondata sullo stage». È…

libro prima che sia domani honsell giacomini

Presentazione di “Prima che sia domani” a Udine

Nella crisi italiana è possibile valorizzare i giovani senza perdere il valore dell’esperienza? È possibile una politica che liberi i giovani e che permetta loro di creare, di lavorare, di costruire il proprio futuro? Questa operazione riguarda solo i giovani oppure anche il destino e il benessere dei loro padri? Se ne parlerà sabato 20…